Bocas del Toro y la Playa de las Estrellas

20-23/10/2013

Dopo due settimane trascorse in paradiso crediamo sia arrivato il momento di scendere sulla terra e attraversare un’altra frontiera…quella tra Costa Rica e Panama. Da Puerto Viejo perció prendiamo un pullman per Sixaola (3,5 dollari a testa), cittá fronterizia situata a 30 chilometri circa di distanza dove riceviamo altri due timbri sul passaporto. Una volta aver superato il confine cerchiamo un trasporto per Almirante, comunitá portuale da cui poter prendere il traghetto per Isla Colón, l’isola principale tra le sei che compongono l’ arcipelago caraibico di Bocas del Toro di cui abbiamo letto e sentito solo favole e leggende.

DSC07328 DSC07327

Dopo una discussione di mezz’ora con tassisti e conducenti vari che cercano di strapparti fino all’ultimo centesimo, affinando le nostre doti di negoziazione, riusciamo a contrattare un minibus fino al molo per 5$ e il battello per 4$ a persona.

DSC07148 DSC07185

Sbarcati sulle sponde di Colón ci mettiamo alla ricerca del Coconut Hostel in cui ci aspettano degli amici viaggiatori con cui siamo in contatto da giorni. Mettiamo piede nell’ostello e dal fondo della stanza sentiamo la voce di André, il nostro compagno portoghese il cui percorso si intreccia ormai da tempo con il nostro. Ci sistemiamo in una stanza privata con bagno in comune e colazione inclusa (niente illusioni ragazzi, scopriamo con un certo disappunto che ció che qui chiamano colazione in realtá consiste solo di 1 pancake, 1 banana che guarda caso non é presente perché dicono scarzeggi questo periodo dell’anno e 1 tazza di caffé) per 9$ a persona, prezzo abbastanza normale per Panama. Neanche il tempo di riprenderci dal viaggio e metterci in bikini e ci ritroviamo su un’altra barchetta diretti verso l’isola Carenero per passare un pomeriggio rilassante in spiaggia e raccontarci le ultime avventure. Qui ritroviamo Fiona, una ragazza chilena conosciuta in Guatemala, e una coppia di ragazzi argentini, Belen e Exequiel, anche loro in viaggio per centro e sud America tra chitarre e fili di macramé. L’acqua é stupenda, tra il turchese e il verde smeraldo, la spiaggia assolata e isolata e il cammino per raggiungerla paradisiaco.

DSC07270 DSC07277 DSC07217  DSC07242 DSC07248 DSC07424

Una doccia per togliere il salato dalla pelle e di nuovo per strada per scoprire da dove proviene quel frastuono che sentiamo entrare dalla nostra finestra. Appena girato l’angolo notiamo una banda di musicisti di strada intonando ritmi incalzanti con fiati e percussioni. Ci fermiamo per scattare due foto e riprendere la scena e ad un tratto scorgiamo due facce molto familiari: sono Ed e Sophia, ancora loro, ancora una volta, di nuovo insieme. Felici di esserci ritrovati, andiamo a cena insieme per metterci al corrente delle ultime tappe mentre ci godiamo una squisita cucina gourmet un pó fuori budget ma ne vale decisamente la pena.

DSC07304 DSC07301 DSC07323 DSC07308

Il giono dopo trascorriamo un’incredibile giornata nell’altro lato dell’isola facendo snorkeling e avvistando delfini nell’incantevole Playa de las Estrellas raggiungibile in bici o trasporte pubblico. Una spiaggia idillica interamente costellata di stelle marine, come lo stesso nome suggerisce, dalle mille sfumature di rosso e arancione, l’oceano piatto come olio e una vegetazione selvaggia e incontaminata . Peccato solo per l’invasione di bar e ristoranti che non lasciano un centimetro libero per stendere l’asciugamano.

DSC07351 2013-10-21 15.06.47 DSC07368 DSC07339

Rientriamo in ostello e i nostri compagni di viaggio ci accolgono con un’idea impossibile da  rifiutare: pizza per cena. Exequiel si mette quindi a preparare l’impasto, lo lascia lievitare, lo lavora bene tra le mani e via nel forno per una cottura perfetta. Sono secoli che non mangio una pizza decente e questa…é davvero buona!!! DSC07458

Le giornate volano cosí tra mare, sabbie dorate e ottimi pranzetti preparati con amore e dedizione dal nostro chef argentino preferito (riesce persino a commuovermi quando, per celebrare il nostro ultimo pranzo insieme, decide di immortalarsi in un’incredibile PASTA FATTA IN CASA condita con una deliziosa salsa di pomodori freschi!!!)

DSC07467 DSC07461 DSC07465 DSC07480

e le serate in buona compagnia tra cene, musica e birre fresche per festeggiare il compleanno del nostro caro André. Senza rendercene conto passano quattro giorni e quattro notti…é ora di avanzare, Panama City ci aspetta. É ora di risolvere un dubbio molto comune tra noi viaggiatori: come superare il mitico Tapón de Darien ed entrare in Colombia. Tutta un’avventura!

Raccomandazioni:

  • Quando si entra in Panama bisogna assicurarsi di avere un biglietto di uscita dal Paese di qualunque tipo. Siamo rimasti chiusi per un’ora in un ufficio poco accogliente discutendo con una poliziotta non molto cordiale per farle capire che non avevamo nessuna intenzione di stabilirci lí, mettere su famiglia e cercare lavoro illegalmente. Perció, se si vogliono evitare complicazioni o mance piuttosto salate per far si che gli ufficiali di servizio chiudano un occhio, meglio avere con sé un biglietto del bus/aereo che attesti la volontá di lasciare lo stato allo scadere  dei classici 90 giorni previsti dal visto turistico.
  • L’entrata in Panama costa 3 dollari. L’uscita da Costa Rica non costa nulla.
  • L’arcipelago di Bocas del Toro é costituito da 6 isole maggiori, ognuna delle quali offre una vastissima gamma di attivitá e attrazioni imperdibili. Informazioni su tours o luoghi da visitare sono disponibili ovunque, dipende solo dal tempo o dal budget a disposizione.
Advertisements
Categories: Panama | Tags: , , , | 2 Comments

Post navigation

2 thoughts on “Bocas del Toro y la Playa de las Estrellas

  1. fionna

    Necesito aprender urgentemente italiano!! Que momentos únicos, yo ya me encuentro de vuelta en mi patria , pero con unas ganas enormes de seguir viendo el mundo. Que maravilloso que sigan su viaje, son una buena dupla, encantada de compartir con ustedes queridos!

    • Recordamos mucho los momentos tan lindos en aquel paraiso… saludos y gracias por ser parte de nuestro experiencia. Thehermesjourney, B&G

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Create a free website or blog at WordPress.com.

ViaggieMiraggi

A world of travels, experiences and cultures

glieconauti.wordpress.com/

Salento responsible experience

Les globe blogueurs - blog voyage nature

Evasions nature, culture populaire et rencontres autour du monde sur notre blog de voyage

Une virée sud-americaine

D'un retour aux sources à la découverte

Cisco

The basics

Lavueltaalmundo.net

A world of travels, experiences and cultures

EnRupias

A world of travels, experiences and cultures

...::::::: Aprendiendo a Viajar :::::::...

A world of travels, experiences and cultures

Caren Ware's Blog

NOT JUST A JOURNAL BUT A JOURNEY. Click on About Me. --->

La Aventura de Pablo y Elena

A world of travels, experiences and cultures

Cómo preparar un gran viaje

A world of travels, experiences and cultures

%d bloggers like this: